Fotografia

Fotografia

Le parole valgono

Le parole valgono” è il titolo di una iniziativa di Croce Rossa Italiana e Treccani.it.
Il sottotitolo è “la comprensione passa per le parole”.

Al momento 5 parole: Migrazione, Umanità, Dialogo, Asilo, Accoglienza. Con una bella grafica, a ciascuna di questa parole consunte e bistrattate viene abbinato uno scatto fotografico di Paulo Siqueira e una definizione nello stile tipico di Treccani.

Scopro di questa iniziativa dal profilo facebook dell’Associazione Carta di Roma. Dopo avere letto, sul sito (sempre ricco) dell’Associazione, l’articolo dal loro Osservatorio: “Migranti, rifugiati e migrazioni ancora protagonisti sui quotidiani“. Numerosi e a volte contrastanti i dati che emergono. Sfaccettature che inducono a riflessioni. A ciascuno di noi per il proprio lavoro di incisione sulla comunicazione, sull’informazione, sulla cultura, sulle prassi di accoglienza e di apertura, sulla generazione di nuove idee e di nuove azioni, sul miglioramento di quelle in corso.

Asio Otus

Il buio si stava già facendo largo e lui ha deciso di appollaiarsi sul Pruno in giardino. Ripresa fissa (anche se un poco tremante) con zoom spinto, tempi al minimo e diaframma al massimo. Al volo, con la mia Canon 600D.

Al di là e oltre ogni questione tecnica: osserva il movimento delle palpebre, goditi l’istante in cui ti guarda negli occhi. Prova ad immedesimarti nella calma profonda che lo abita e che trasmette, anche se sempre all’erta.
Una piccola occasione donataci per recuperare un po’ di sintonia con la natura…

Mi torna alla mente la proposta di Giovanni Marrozzini al workshop di fotografia a cui ho avuto l’onore di partecipare pochi giorni fa nell’ambito del Perugia Social Photo Fest. Quella di smettere di parlare (e io l’ho fatto tante volte) di “immagini rubate”. Ne parleremo più avanti.

Qualcosa che unisce

C’è tanto, ma tanto da vedere, da scoprire, da visitare. Storie intense, sguardi autentici, storie crude e genuine.

Comunicazione come va fatta, video come piacciono a noi di Responsàbilmèdia.

Si tratta di chiediloaloro.it, il sito dedicato alla campagna 2014 della Chiesa cattolica per l’8xmille. Una campagna esemplare, per qualità dei contenuti, per completezza e mulimedialità, per capacità di coinvolgimento. Il filo conduttore è “qualcosa che unisce“. Vi consiglio di fare come me: ogni tanto guardare qualche video, sfogliare qualche storia, scoprire il reportage di qualche fotoreporter emergente.

Nino Migliori

L’edizione 2013 di Fotografia Europea ha ospitato sabato 18 maggio la prima nazionale del film Nino Migliori di Alessia De Montis (52’, Italia 2012 – Visioni d’arte/Contrasto), prodotto da Giart – Visioni d’arte in collaborazione con Cineteca di Bologna, Regione Emilia-Romagna e Contrasto, nell’ambito di una serie di documentari dedicati ai massimi fotografi italiani contemporanei.

Vi invito a dare un’occhiata al trailer del film, che si preannuncia gustoso e ricco di spunti di riflessione sulla creatività espressa in forma d’immagine.

The Shoemaker

Frank Catalfumo is a 91 year old shoemaker and repairer in Bensonhurst, Brooklyn. He first opened the doors to F&C Shoes in 1945 and continues to work five days a week alongside his son Michael.

Un comignolo, milioni di smartphone

Mèdia numero 1: il comignolo. Ieri il mondo ha tenuto continuamente sotto controllo un comignolo striminzito e poveretto, sorretto da tre tiranti e sul quale spesso si vedeva posato un gabbiano di passaggio. Il comignolo poggiava sulla Creazione di Michelangelo e ci manteneva in collegamento con un gruppo di saggi del villaggio globale. Loro là dentro, noi qua fuori; legati da semplici segnali di fumo che servivano per dire che il Papa era ancora da fare, e poi che il Papa era fatto.

Continua…

Google doodle e non solo

Il doodle pubblicato oggi su google.it è dedicato alla Giornata Internazionale della Donna.

Di minor diffusione e impatto mediatico, ma sicuramente interessante da visitare per chi è della zona, la mostra fotografica I lavori della donne (tanti, diversi, precari, insostituibili) che IVRES – istituto veronese di ricerche economiche e sociali – apre al pubblico per pochi giorni. La mostra, in esposizione dall’8 al 16 marzo, propone oltre un centinaio di fotografie per la gran parte inedite seguendo il filo rosso del lavoro delle donne veronesi nel corso degli ultimi cento anni. Continua…

Italia in copertina

Internazionale ha pubblicato online una selezione delle proprie copertine dedicate all’Italia. Partendo dalle origini (1993) con un bel “Viva l’Italia” che ritrae in bianco e nero una anzianotta e vispa signora impellicciata con l’aria da arricchita che cammina con passo sprezzante fino ad arrivare al febbraio 2012 con un primo piano in bianco e nero di un Monti semi sorridente che sembra guardare al di là di una finestra. Sicuramente al di là del contingente. Il titolo questa volta è “Cento giorni di Monti”.

Un percorso lungo e accidentato, quello della nostra Italia dal ’93 ad oggi. Confesso che a me scorrere queste trenta copertine guardandomi in qualche misura allo specchio (e vedendo un po’ troppi volti di Berlusconi, e peggio ancora sue frasi prese dai quotidiani scandalizzati di tutto il mondo) ha fatto un po’ male…

Son giornate, queste, in cui val la pena riflettere, studiare, confrontarsi. E’ la volata finale prima del voto: è importante, per chi già non lo ha fatto, fermarsi a scorrere i programmi cercando di carpire quali siano i valori di fondo. Non tanto le promesse volatili e fugaci ma i valori di fondo. A tale proposito Massimo Gramellini, nel suo buongiorno di sabato 16, cita la blogger Cinzia Sciuto che mi permetto di citare a mia volta: Continua…

Before Photoshop

“The urge to modify camera images is as old as photography itself—only the methods have changed. Nearly every type of manipulation we now associate with digital photography was also part of the medium’s pre-digital repertoire…”

Continua…

1 2  Scroll to top